LE DIFFICOLTÀ DELL’ESSERE GENITORI

A volte le difficoltà nascono proprio all’interno del legame, primo tra tutti quello genitoriale. L’incontro tra mamma e bambino, o tra papà e bambino, non è sempre è facile e sereno. Talvolta le caratteristiche di personalità dell’uno si scontrano con quelle dell’altro. I primi momenti di vita di un neonato possono essere molto difficili per i genitori e la nascita di un figlio richiede una buona capacità di adattamento ai nuovi ritmi ed ai bisogni del bambino.

Crescere un figlio oggi significa educare (da e-ducere, condurre fuori) il proprio bambino in un mondo sempre più complesso e difficile da comprendere anche per noi adulti. La tecnologia ha modificato i ruoli genitoriali e spesso in questi ambiti sono i figli ad essere più competenti rispetto ai genitori.

Le funzioni paterne e quelle materne non sono più così nettamente divise tra madre e padre.

Le nuove famiglie monoparentali, omoparentali, separate, ricostituite aggiungono elementi di complessità, ma non necessariamente criticità, alla crescita dei figli.

LE COMPLESSITÀ DELLA GENITORIALITÀ

  • Gravidanza e bambino immaginato
  • Maternalità, maternity blues e depressione post-partum
  • Inserimenti (nido, materna, scuola) e difficoltà di separazione
  • Bambini oppositivi e crisi adolescenziale
  • Difficoltà del genitore nel trovare un alleanza educativa con il partner
  • Difficoltà nel gestire crisi evolutive o disagio psichico del figlio
  • Genitorialità di figli con disabilità e dei loro fratelli
  • Sindrome da Alienazione Genitoriale (PAS)
  • Psicopatologia (maltrattamento e abuso)

Le competenze genitoriali evolvono a seconda della tappa evolutiva del bambino e possono essere sostenute, rafforzate e apprese attraverso un percorso lo psicologo.