La detrazione del 19% è possibile poiché le prestazioni di natura clinica di uno psicologo–psicoterapeuta sono assimilate alle spese mediche e pertanto detraibili dal reddito delle persone fisiche. Circolare dell’Agenzia delle Entrate N. 20/E del 13/5/2011

Nella Legge del 27 dicembre 2019, n° 160 (Legge di Bilancio 2020) è stabilito che a partire dal 1 gennaio 2020, affinchè le prestazioni sanitarie offerte dagli psicologi e dagli psicoterapeuti possano essere fiscalmente detraibili da parte dei pazienti, i pagamenti debbano avvenire in modalità tracciabile.

Le prestazioni sanitarie offerte dagli psicologi riguardano colloqui di consulenza di natura clinica, colloqui di sostegno e di supporto psicologico, colloqui di psicoterapia, somministrazione di test in ambito clinico ed ogni altra prestazione sanitaria che sia esente iva.

Per ottenere la detrazione al 19% è necessario eseguire i pagamenti in modalità tracciabile

La Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di Bilancio 2020) stabilisce che a partire dal  1° gennaio 2020, affinchè le prestazioni sanitarie offerte dagli psicologi e dagli psicoterapeuti possano essere  fiscalmente detraibili da parte dei pazienti, i pagamenti debbano avvenire in modalità tracciabile.

Cosa si intende per prestazioni sanitarie offerte dagli psicologi?

colloqui di consulenza clinica
colloqui di sostegno e supporto psicologico
colloqui di psicoterapia
somministrazione di test psicologici in ambito clinico
ogni altra prestazione sanitaria che sia esente IVA

Cosa significa tracciabilità dei pagamenti delle prestazioni sanitarie dello psicologo?

 I pagamenti degli onorari  devono avvenire tramite canali  chiaramente identificabili e tracciabili.  Risulta evidente come il pagamento in contanti non risulti tracciabile.  Sono invece tracciabili i pagamenti che avvengono tramite POS (bancomat, carte di credito, carte prepagate), bonifici bancari o postali, assegni,  e sistemi di pagamento elettronico quali PayPal e SatisPay.

Perchè i pagamenti delle prestazioni sanitarie dello psicologo devono essere tracciabili?

E’ un vantaggio per i pazienti. La legge prevede che a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021 (redditi e spese imputate al 2020) solo le spese sanitarie tracciabili potranno godere della detrazione Irpef del 19%  sull’importo della parcella sanitaria.

Posso continuare  a farmi pagare in contanti?

Certamente. i pazienti che lo vorranno potranno continuare a pagare in contanti. Perdendo però in tal modo  il diritto alla detrazione Irpef del 19%.  Lo psicologo è tenuto ad esplicitare con chiarezza ai pazienti che i pagamenti effettuati in contanti non saranno fiscalmente detraibili.